separazione e divorzio / logo separazione e divorzio / scritta logo

Separazione-divorzio.com

Il padre prevaricatore e maschilista non incorre nel reato di maltrattamento in familgia

8.9.2004 Con la sentenza n. 35422 dell'8.9.2004, la I sezione panale della Corte Suprema di Cassazione ha stabilito che il padre che adotti un comportamento prevaricatore e maschilista nei confronti della figlia non incorre nel reato di maltrattamenti in famiglia.

Il padre imponeva alla figlia di svolgere i lavori domestici, evidenziava costantemente la posizione di capo famiglia, ricorreva a metodi coercitivi, quali percosse e ingiurie, per imporre le proprie decisioni.

La Suprema Corte, in particolare, ha chiarito che il comportamento del padre è certamente deprecabile se posto in relazione ad un più moderno modo di gestire il rapporto familiare, e può al limite costituire valida ragione di separazione coniugale, ma non sempre giunge a configurare il reato di maltrattamenti.

<< Articoli e News
©2003-2017 Separazione-divorzio.com | Milano | Roma | Tutti i diritti riservati
Servizio a cura di StudioLegale-online.net | Informazioni legali | Privacy

W3C Validato CSS Validato